TAP Portugal  
 
 
 
 
 
 
gravidas

Future Mamme

Se si intende volare durante la gravidanza, si prega di consultare qui tutte le informazioni necessarie.

     
 

Le donne in stato di gravidanza ed in buono stato di salute possono viaggiare sui voli operati TAP fino alla trentaseiesima settimana di gestazione o entro la quarta settimana che precede la data prevista per il parto.

Le donne con gravidanze gemellari o plurigemellari in buono stato di salute possono viaggiare sui voli operati TAP fino alla trentaduesima settimana di gestazione.

In entrambi i casi le future mamme devono avere con sé un certificato medico – dalle 28 settimane – che attesti sia che la gravidanza non è a rischio, sia il tempo di gestazione.

In tale documento il medico dovrà inoltre attestare che non vi sono impedimenti a viaggiare in aereo.

È necessario il nulla osta del medico della TAP nei seguenti casi:

  • gravidanza a rischio e ad alto rischio
  • gravidanza con complicazioni mediche
  • gravidanza normale di oltre 36 settimane di gestazione
  • gravidanza gemellare o plurigemellare di oltre 32 settimane di gestazione
  • esistenza di dubbi sul tempo di gestazione e sulla data prevista per il parto
  • previsione di complicazioni durante il parto
  • rischio di aborto o aborto recente
Nel/i caso/i sopra indicati, il medico della passeggera dovrà compilare il modello MEDIF (Part 2), il quale dovrà essere inviato alla TAP Portugal.

In seguito all'analisi del documento da parte del medico della TAP, la passeggera sarà informata se potrà viaggiare ed in quali condizioni.

Saranno adottate tutte le misure necessarie al benessere ed al comfort della donna in stato di gravidanza.

Raccomandazioni durante il viaggio:

  • Recarsi in anticipo in Aeroporto per realizzare con calma tutte le procedure di imbarco e spostamenti in Aeroporto.
  • Richiedere un posto corridoio per usufruire delle toilettes a bordo o fare piccole passeggiate durante i viaggi più lunghi in modo facile.
  • L'uso della cintura di sicurezza è obbligatorio e deve essere collocato al di sotto dell'addome sulla zona pelvica in modo da non comprimere l'utero.
  • Si consiglia di non ingerire né prima né durante il volo bevande gasate e legumi che possano aumentare la diffusione di gas nell'intestino e causare disagio durante il volo.
  • L'ambiente in cabina è più secco rispetto alla terra, per cui durante il viaggio la donna incinta deve bere acqua frequentemente.
Per ridurre il rischio di trombosi venosa, soprattutto nei viaggi di durata superiore a 3 ore, la donna incinta deve fare esercizi sul posto muovendo gli arti inferiori.

A Destinazione:

  • In gravidanza sono contro-indicati i medicinali per il jet-lag.
  • Se sono stati attraversati più di 3 fusi orari, si consiglia di tentare di adattare l'organismo al ritmo locale, facendo i pasti nelle ore del luogo di destinazione, esponendosi al sole e facendo esercizi come per esempio piccole passeggiate. Così, l'orologio interno potrà sintonizzarsi più velocemente.

Non è consigliabile il trasporto nei 7 giorni successivi al parto; lo stesso per quanto riguarda i neonati.