Contenuto

Roma non fu costruita in un millennio

Roma non fu costruita in un millennio

Sebbene la storia di Roma a noi nota abbracci oltre due millenni, le origini reali della città risalgono molto indietro nel tempo. Studi archeologici fanno risalire i primi insediamenti umani nell’area a circa 14.000 anni fa.
Prima dell’inizio della Storia…

Durante la visita della città, è possibile osservare segni visibili di un lungo patrimonio storico. Si narra che tutto abbia avuto origine con alcune comunità di pastori che vivevano nell’area del Palatino, che è possibile visitare.

Tuttavia, ben poco si sa della nascita di Roma come la conosciamo adesso.

Questa leggenda è rappresentata nei Musei Capitolini. Osservando attentamente, riuscirai a trovare una statua della leggendaria lupa.
Ave Cesare! 

Verso la fine del VI secolo a.C., una rivoluzione rovesciò il regime e Roma divenne una Repubblica. Il governo veniva esercitato dal Senato, ubicato nella Curia Iulia, un edificio che puoi tuttora ammirare in uno dei punti nevralgici della città: il Foro Romano.


In questo periodo  il governo, retto da tre rappresentanti, era noto come “triumvirato”. Il periodo raggiunse il suo culmine conGiulio Cesare, la cui presenza è ancora palpabile in numerosi monumenti, tra cui il Teatro di Pompeo e la Via Appia Antica.

Nei secoli successivi, Roma divenne il centro del commercio e del potere militare e, entro il II secolo a.C., la Repubblica assunse il controllo di tutto il Mediterraneo.

 
L’apogeo

Nel I secolo a.C., dopo un periodo turbolento culminato con l’assassinio di Cesare, il successore Ottaviano fu incoronato Imperatore. Il Senato gli conferì il titolo di Augusto (il “grande”) e con lui iniziò l’epoca di massimo splendore di Roma. 

Duecento anni dopo, la città si impose come la capitale dell’Impero più potente del mondo, in grado di conquistare gran parte dell’Europa, l’Africa settentrionale e alcune regioni dell’Asia e del Medio Oriente.
I resti di questa grande civiltà che ha lasciato il segno sul mondo occidentale sono visibili in numerosi monumenti ben conservati. Un viaggio archeologico attraverso la città ne svelerà la storia. 

Il Foro Romano è ciò che resta dell’antico centro urbano, degli edifici pubblici e della vecchia piazza del mercato principale. L’imperdibile Colosseo ci riporta indietro in un’epoca in cui i gladiatori combattevano per la vita, partecipando a violenti spettacoli per il divertimento del pubblico cittadino. 

Nel Circo Massimo ritroviamo i resti delle piste che ospitavano le gare tra bighe e altri eventi sportivi. Altrove, è possibile visitare svariati monumenti che rimandano ai trionfi militari dell’Impero Romano, tra cui l’Arco di Costantino e l’Arco di Settimio Severo.

Puoi anche prenotare una visita della Villa Adriana, situata nella periferia della città, per goderti la fantastica architettura e le opere d’arte presenti e farti un’idea di cosa significasse essere un imperatore nell’epoca di massimo splendore di Roma. 

Un altro luogo da visitare è il Pantheon, anch’esso fatto costruire dall’Imperatore Adriano. Oggi è un museo fantastico, pieno di ceramiche, quadri, armi e numerosi artefatti che ci mostrano la maestria della civiltà romana nel campo delle scienze, delle tecnologie, delle arti e del commercio.

Nel V secolo d.C., le invasioni delle tribù germaniche distrussero l’Impero e avviarono il processo di regressione della civiltà verso il Medioevo.

In questa epoca, la penisola italiana si ritrovò suddivisa in svariati regni e città-stato. La vecchia cultura romana, da parte sua, venne gradualmente sostituita da un nuovo centro di potere, con un ambito di influenza non limitato alla città, ma all’intero continente, la Chiesa cattolica.

Situata nell’attuale Vaticano, una città-stato dal 1929, disponeva già allora di una prima versione della Basilica di San Pietro. Anche prima della sua ricostruzione nel XVI secolo, fu uno dei primi simboli principali della Cristianità.

In città è possibile osservare numerosi segni dell’epoca medievale, tra cui gli edifici militari come la Torre delle Milizie e la Torre dei Conti e, naturalmente, i templi religiosi come la Basilica di San Paolo fuori le mura, la Basilica di Santa Maria in Trastevere e la Basilica di Santa Cecilia. Per reagire alla riforma protestante, la Chiesa sponsorizzò artisti come Botticelli, Raffaello e Michelangelo.

La Basilica di San Pietro fu completamente ricostruita nel 1615, assumendo la struttura attuale. È qui che potrai ammirare la Pietà di Michelangelo e, attraversando la piazza, l’affresco della Creazione di Adamo sulla volta della famosissima Cappella Sistina.

Percorrendo la città, troverai numerosi edifici e strutture del Rinascimento, che ti aiuteranno a comprendere la prosperità di quell’epoca. Il Ponte Sisto, che attraversa il fiume Tevere, risale al XV secolo. Palazzo Farnese, costruito nel 1516, era noto come il palazzo più imponente della Roma di quegli anni. Il Palazzo del Quirinale è l’attuale residenza ufficiale del Presidente della Repubblica, mentre Palazzo Chigi è la residenza ufficiale del Primo Ministro. 

Un altro luogo degno di nota è la Villa Farnesina, costruita nel 1510 da un ricco banchiere toscano, un altro simbolo della ricchezza e del dinamismo del rinascimento italiano. La Villa Giulia, del XV secolo, ospita il Museo Nazionale Etrusco, dedicato all’antico popolo che ha dominato quest’area prima dei romani. Piazza Navona, situata nel centro storico, ci fa intravedere l’aspetto delle strade romane di quattrocento anni fa.

La Roma illuminata

Nella capitale italiana i segni del Barocco non passano di certo inosservati. Si comincia con due luoghi di culto: la Chiesa di Trinità dei Monti, dove potrai notare numerosi elementi decorativi aggiunti nel XVII e XVIII secolo, e la Chiesa di Sant'Andrea della Valle, successivamente immortalata nell’opera lirica Tosca di Puccini.

Passeggiando lungo Via Condotti, potrai ammirare altri edifici dello stesso periodo e scoprire allo stesso tempo una Roma più prossima all’età moderna. 

Cerca i punti di riferimento tra le strade del centro: la Scalinata di Trinità dei Monti e la famosa e sofisticata Fontana di Trevi, resa nota in tutto il mondo dal regista Federico Fellini. 

Il sontuoso Palazzo Corsini ospita un museo con una ricca collezione di oggetti del XVII e XVIII secolo. Sommosse sociali, unificazione della penisola italiana, dittatura fascista e due guerre mondiali prima di arrivare ai giorni nostri. 

Due importanti piazze della città hanno visto la luce in questo periodo: Piazza della Repubblica e Piazza del Popolo, dove potrai scovare elementi originali come l’Obelisco di Ramsete II, monumento egiziano trasferito direttamente da Eliopoli. I viali e le strade come Via Veneto ci accompagnano verso la fine della rivoluzione industriale e la prima guerra mondiale.

Nell’area dell’EUR (Esposizione Universale di Roma) ci ritroviamo immersi nello stile modernista dell’era di Mussolini, soprattutto nelMuseo della Civiltà Romana e nel Planetarium.

I segni di questo periodo controverso sono ancora visibili. Nelle Fosse Ardeatine è presente un monumento commemorativo delle vittime del nazismo. Nella zona di San Lorenzo, potrai visitare un tipico quartiere popolare del XX secolo, che ha resistito ai bombardamenti del 1943 ed è stato un covo di partigiani in lotta contro la dittatura. Il quartiere ospita inoltre l’Università La Sapienza

La storia è grande. Tuttavia, essendo “Eterna”, la città prosegue il suo cammino. Per scoprire uno scorcio della Roma moderna, nulla di meglio di una visita al Maxxi, un museo di arte moderna dall’architettura audace e attraente.

Trova ispirazione nei nostri suggerimenti

Esplora le nostre destinazioni

Roma
Italia Roma
Cultura Gastronomia Momenti romantici Acquisti
Città più vicine
      Seleziona data
      Seleziona date
      Mi Piace
      Vai alla versione accessibile su youtube.
      WishList
      Condividi