Contenuto

Vivere e ballare a Siviglia

Vivere e ballare a Siviglia

Non dovete perdervelo: sulle rive del fiume Guadalquivir potrete apprezzare i forti aromi della cucina andalusa, le chiese costruite su antiche moschee, le inconfondibili decorazioni architettoniche e l’onnipresenza della musica poetica e dei balli del flamenco. Questa è Siviglia, una città dove l’antica cultura moresca è ancora viva e presente e dove troverete colori forti, uno stile di vita intenso e una gioia contagiosa.

Sogno, storia e arte

 La storica influenza degli antichi popoli moreschi nella capitale andalusa può essere rintracciata in molti luoghi e tradizioni, oltre che nella vita di tutti i giorni.

Le strade ci mostrano una città che è stata crocevia di culture differenti nei secoli. Il miglior esempio ne è forse il Real Alcázar, un maestoso complesso di palazzi dove l’eredità storica convive con l’audacia e la creatività delle arti. Quest’antica fortezza è stata la residenza del re a partire dal XIV secolo e gradualmente è diventata un luogo da sogno con splendidi edifici in stile moresco e immensi giardini pieni di statue e fontane. Lo spettacolo che si offre alla vista è una mescolanza di periodi storici e culture differenti, su cui spicca l’architettura mudéjar.

Ancora di più offre il centro storico, dove troviamo l’edificio gotico più grande del mondo, la Cattedrale di Siviglia. Costruita nel tardo Medioevo su un tempio islamico dopo la conquista della città da parte dei Cristiani nel 1248, oggi possiamo ancora ammirare il minareto dell’antica moschea, la torre della Giralda, da cui si può godere una splendida vista della città. Nella Plaza de España possiamo ammirare grandiosi edifici e arcate: sebbene costruita solo nel 1928, la piazza presenta elementi architettonici rinascimentali e moreschi. Procedendo verso le rive del Guadalquivir troviamo il Palazzo di San Telmo, uno splendido esempio di architettura barocca e oggi sede del governo andaluso. Infine, per saperne di più sulle tradizioni artistiche di Siviglia, potete visitare la collezione custodita nel Museo delle Belle Arti locale.

Gastronomia

 Quando arriva l’ora di cena, potete iniziare il vostro tour gastronomico, dopo tutto Siviglia è famosa per la cultura del cibo e del vino, che devono la loro unicità ai ricchi ingredienti provenienti dalle regioni agricole circostanti e a secoli di storia e di commistione delle tradizioni gastronomiche arabe e iberiche. Un posto d’onore meritano prelibatezze come il Gazpacho andaluso (una zuppa fredda di pomodoro), le iconiche tortillas, i diversi piatti a base di carne di maiale e le deliziose tapas di prosciutto iberico. Oltre ai vini regionali, i sivigliani amano anche la manzanilla, un popolare vino locale fortificato.

Per scoprire tutto il meglio che la cucina di Siviglia ha da offrire, vi basterà fare un giro per le strade del centro vicino alla Cattedrale o addentrarvi nei quartieri di Santa Cruz ed El Arenal. In tutte queste zone troverete locali dove scoprire gli autentici sapori di Siviglia, dai modesti tapas bar ai ristoranti più raffinati, oltre ai numerosi bar e terrazze dove i sivigliani amano trascorrere le serate. 


Tra fede… e ballo!

Attenzione a non mangiare troppo, perché dopo potreste dover ballare! È impossibile visitare questa città senza ballare almeno una volta il Flamenco. Questo stile passionale di musica e ballo folk ha le sue radici nel popolo gitano, che è arrivato nella penisola Iberica nel Medioevo, dopo la conquista dei Mori. La musica è melanconica ma ritmata, accompagnata dal suono delle chitarre, del battito delle mani e delle percussioni che fanno da sottofondo a canti melodici. L’altro elemento caratteristico del flamenco è il suo ballo passionale fatto di movimenti rapidi, movenze sensuali e colpi di tacco, rappresentato da uomini e donne nei colorati abiti tradizionali.
Oggi il flamenco è una parte essenziale dell’identità spagnola e Siviglia, che ha dato i natali ad alcuni dei suoi più prestigiosi esponenti, ne è considerata la capitale. Per comprendere davvero a fondo il flamenco ed entrare nello spirito del suo ritmo, la cosa migliore è visitare il quartiere di Triana. Qui troverete numerosi bar dove potrete assistere a spettacoli dal vivo dei migliori artisti della regione...e, magari, prendere parte alla fiesta

Per saperne di più sul flamenco, visitate il Museo del Baile Flamenco. Qui potete conoscere la storia del flamenco, assistere a degli spettacoli e perfino frequentare lezioni di musica e danza! 

Ma se il flamenco rappresenta il lato profano di Siviglia, non bisogna dimenticare anche il suo spirito profondamente religioso, particolarmente evidente durante la Semana Santa (Settimana Santa), uno degli eventi locali più importanti che richiama decine di migliaia di persone da tutto il paese. Durante il periodo della Pasqua cattolica le strade si riempiono di persone che prendono parte alle processioni religiose guidate dai “nazarenos”. uomini che sfilano per le strade incappucciati in austeri abiti religiosi. Ogni quartiere della città ospita una confraternita, un gruppo di questi uomini che guidano le processioni e attraversano le strade della città con carri religiosi decorati portando immagini della Vergine Maria.
Quasi a sottolineare la dicotomia tra religioso e profano, appena una settimana dopo la Semana Santa si svolge un altro importante evento: la Feria de Abril (Fiera d’Aprile). Per un’intera settimana le rive del fiume Guadalquivir si animano di mercati tradizionali all’aperto, parate folkloristiche di gente nei tradizionali abiti del flamenco, corride e spettacoli di musica e balli...ecco perché è considerato uno degli avvenimenti annuali più importanti in Spagna!

Esplora le nostre destinazioni

Siviglia
Spagna Siviglia
Avventura Famiglia Cultura
Città più vicine
      Seleziona data
      Seleziona date
      Mi Piace
      Vai alla versione accessibile su youtube.
      WishList
      Condividi